closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«USS Indianapolis», la guerra vista solo da una parte

Al cinema. Protagonista Nicolas Cage, il film di Mario Van Peblees rilegge con troppe semplificazioni la bomba Usa su Hiroshima

La differenza tra «noi» e «loro» è quella che passa tra chi dopo la guerra, cioè dopo aver compiuto il proprio dovere, vuole tornare a casa dalla propria famiglia e chi invece, con una missione suicida, non pensa proprio a riappropriarsi della vita quotidiana. Questo è il pensiero del capitano Charles McVay (Nicolas Cage), espresso tramite una lettera scritta alla moglie. Una testimonianza posta all’inizio del film di Mario Van Peebles, USS Indianapolis, che accosta una semplificazione di un recente passato al becero immaginario del nostro contemporaneo, ossia quello nel quale si ribadisce la differenza «morale» tra chi la morte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.