closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Usb, venerdì 20 sciopero generale del pubblico impiego

Legge di stabilità. Tre manifestazioni: a Milano, Roma e Napoli. "Ridicoli gli aumenti contrattuali da 5 euro medi lordi mensili; contro il blocco delle assunzioni nel pubblico impiego e la privatizzazione dei servizi".

Venerdì 20 novembre sciopero generale di 24 ore dei lavoratori pubblici, dei servizi esternalizzati, delle aziende partecipate e degli Lsu-Ata della Scuola. è stato indetto dall’Unione Sindacale di Base (Usb) del pubblico impiego contro la legge di stabilità e gli aumenti contrattuali definiti «ridicoli»: 5 euro medi lordi mensili. La manovra «continua «a tenere bloccate le assunzioni nel pubblico impiego ignorando diritti di precari e vincitori di concorso - spiega il sindacato - taglia i servizi e la Sanità; riduce da 8 mila a mille il numero delle aziende partecipate, favorendo la definitiva privatizzazione di numerosi servizi territoriali». Lo sciopero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi