closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Usa e Obama, partita surreale in un paese stanco di guerre

Barack Obama

Barack Obama

Ieri al presidio contro la guerra nel quartiere Silverlake c’erano una cinquantina di persone che sventolavano scritte contro l’intervento in Siria davanti al traffico dell’ora di punta. La piccola manifestazione è stata indetta dalla rete progressista MoveOn, l’organizzazione che forse più di ogni altra ha contribuito alle due elezioni di Obama e che oggi articola l’opposizione all’intervento militare perorato da un presidente originalmente eletto con mandato di smobilitazione. L’opposizione alla guerra qui è ormai decisamente maggioritaria (secondo i sondaggi oltre il 63% di americani sono contrari anche a un intervento limitato). Il sentimento nazionale è riflesso dai senatori e deputati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi