closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Usa avvertono Israele: gli investimenti cinesi sono una minaccia. Bibi non sente

Medio oriente. Il segretario di Stato aggiunto per il Vicino Oriente, David Schenker, qualche giorno fa si è detto preoccupato dai rapporti sempre più stretti tra Pechino e lo Stato ebraico

Il premier israeliano Netanyahu con il presidente cinese Xi Jinping

Il premier israeliano Netanyahu con il presidente cinese Xi Jinping

Un invito a Israele a seguire con interesse la crescita incontenibile della Cina come superpotenza, non solo economica, è giunto ieri dal giornale Haaretz. «I suoi sforzi per promuovere un ordine mondiale multipolare e l'intensificarsi della competizione tra le superpotenze illustrano il ​​notevole successo del ‘Regno di Mezzo’ nel tornare al centro della scena mondiale», notava in una lunga analisi il quotidiano, esortando poi Israele «a migliorare la sua comprensione delle aspirazioni e delle politiche della Cina e valutare le sfide e le opportunità che presenta la sua crescente presenza (nella regione)». Non è ciò che si aspetta da Tel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi