closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Urne mezze vuote, la resa dei conti nel Mas non risparmia Morales

Bolivia. Dopo i deludenti risultati alle regionali e le municipali, arrivano le critiche dalla base del Movimiento al Socialismo: candidature scelte dall’alto e avvicinamento alla classe media

Il voto boliviano

Il voto boliviano

L’esito deludente delle elezioni regionali e municipali di domenica scorsa in Bolivia non poteva non produrre tensioni all’interno del Movimiento al Socialismo. Dopo il trionfo sulle forze golpiste del binomio Arce-Choquehuanca alle presidenziali dello scorso ottobre, il Mas si attendeva un consolidamento delle proprie posizioni sul territorio. Invece ha perso consensi un po' ovunque, anche a vantaggio di candidati di destra o apertamente golpisti. A SCRUTINIO quasi ultimato, il partito ha conquistato già al primo turno tre dipartimenti su nove – quelli di Cochabamba, Oruro e Potosí – e potrebbe ancora farcela in quello di La Paz, mentre andrà di sicuro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi