closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Uranio impoverito, «inadeguate le norme di tutele militari»

La relazione della commissione d'inchiesta. Lo Stato maggiore della Difesa replica: «Sono accuse inaccettabili

«Mai più militari morti e ammalati senza sapere perché». Ad affermarlo è la Commissione parlamentare d’inchiesta sull’uranio impoverito nella relazione finale dei lavori (approvata con dieci voti e favore e due contrari) presentata ieri alla Camera e nella quale si invitano le istituzioni a riconoscere come l’uso dell’uranio impoverito tra le forze armate possa essere all’origine dell’insorgere di tumori. Con un richiamo anche alle responsabilità del ministero della Difesa per non aver saputo tutelare adeguatamente la salute degli uomini e delle donne in divisa, sia in Italia che nel corso delle missioni all’estero. Affermazione che ha provocato la replica da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi