closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Uno «stato» indipendente per i turisti della riviera

Streaming. Su Netflix «L’isola delle rose» di Sydney Sibilia, la storia della piattaforma fondata in Romagna da Giorgio Rosa nel maggio del 68

L’anno è il 1968, momento di grandi rivolgimenti. E in quel momento, a Rimini, anzi 6 miglia al largo di Rimini, in acque internazionali, l’ingegner Giorgio Rosa aveva concretizzato la sua stravaganza; un’isola, anzi una piattaforma, che si era autoproclamata stato indipendente. L’avevano costruita, dopo molti anni di ragionamenti, lui e Maurizio Orlandini, suo grande amico e gran bevitore. Ora Sydney Sibilia ne ha tratto un film, su Netflix. DA SUBITO bisogna sgomberare gli equivoci, al di là del dato di fondo, la ricostruzione che viene fatta dell’episodio autentico è pura fiction. Basti dire che Rosa era già da tempo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.