closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Uno sguardo molteplice sul cinema

Cannes 67. Cala il sipario sul festival che ha consegnato la Palma d'Oro a «Winter Sleep» di Nuri Bilge Ceylan, mentre Alice Rohrwacher con «Le meraviglie» conquista il Gran Premio della Giuria

Le meraviglie ha vinto il Gran Premio della Giuria, e questa è la notizia più bella insieme al premio della stessa Giuria a Adieu au langage di Jean- Luc Godard.Evviva. E non solo perché è un film italiano, e non solo perché è Godard che a Cannes non aveva mai vinto. Il film di Alice Rohrwacher è un’opera eccentrica, commuovente, senza trucchi: fuori dalle mode mischia Natura e Metafora; racconta il mondo senza invadenza, con un linguaggio di poesia e di sensibilità. Invito a uno sguardo strabico, o almeno obliquo, sui sentimenti e sulla realtà che accoglie e mescola, vola...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi