closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Uno sguardo di bambina per restare desti

Memoir. In «Stanotte dormirai nel letto del re» (Archinto) Sandra Bonsanti racconta la storia della sua famiglia e della sua città, Firenze, negli anni della seconda guerra mondiale

Sandra Bonsanti

Sandra Bonsanti

Ci sono delle storie che non finiremmo mai di ascoltare, non perché siano belle o consolanti, ma per la loro forza, la loro importanza, perché assommano la grandezza e l’abiezione umana, il coraggio più titanico alla bestialità criminale e assassina. Sandra Bonsanti in Stanotte dormirai nel letto del re (Archinto, pp. 216, euro 18) racconta la storia della sua famiglia e della sua città, Firenze, negli anni della seconda guerra mondiale. Suo padre era Giorgio Bonsanti, direttore della rivista Letteratura e poi del Gabinetto Vieusseux e le persone che frequentavano casa sua, fino a che è stato possibile, fino a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi