closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Uno scatto per capire

Intervista. Un incontro con Lisetta Carmi nella sua casa, nel centro antico di Cisternino

Il silenzio è prezioso. È un privilegio per Lisetta Carmi (Genova 1924), come la solitudine. Nella sua casa, nel centro storico di Cisternino - in cima a una ripida scalinata che lei sale e scende con agilità, malgrado il bastone e l’età - vive da sola. Mangia poco, ma legge tanto e risponde a tutte le lettere che le arrivano. Bisogna avvicinarsi e parlarle ad alta voce, perché non ci sente bene. Ma mettere l’apparecchio non le interessa affatto, anzi in fondo un po’ di sordità la preserva da tante inutili chiacchiere. Dopo anni ha dato le dimissioni dal comitato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi