closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Uno sberleffo ai magnati

Biennale. "English Magic", l'installazione di Jeremy Deller per il padiglione britannico

L'ingresso del padiglione  ai Giardini della Biennale

L'ingresso del padiglione ai Giardini della Biennale

Se tutta la ricerca di Jeremy Deller è indirizzata allo svelamento delle discrepanze del concetto di nazione, English Magic è il progetto dentro il quale si coagula la questione della coscienza nazionale inglese. Tanto più che English Magic è il congegno visuale con cui Deller circoscrive il Padiglione britannico alla 55/ma Mostra d’arte contemporanea di Venezia intorno alla nozione di «Englishness». La tensione principale dell’intera installazione non può che essere una narrazione idiosincratica della nazione, scavalcando l’enfasi retorica. Il titolo stesso English Magic, così come viene esaminato da Hal Foster nel saggio in catalogo, condensa la deviante strategia storica che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.