closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Università, settemila docenti scioperano contro il «mutuo perpetuo» sugli stipendi

La protesta. Continua lo sciopero degli esami contro il blocco degli scatti di anzianità fino al 31 ottobre. I prof iniziano a confrontarsi in assemblea con le comunità accademiche. Dai sindacati agli studenti si rinnovano gli appelli alla creazione di un "fronte ampio". Sinopoli (Flc-Cgil): "Rifinanziare scuola e università. Le risorse non possono andare ancora agli incentivi per le imprese la cui efficacia è nulla". Gli studenti del coordinamento Link: "Pronti alla mobilitazione"

Un'assemblea al Politecnico di Torino

Un'assemblea al Politecnico di Torino

Sono 7.108 i docenti universitari che si sono astenuti dagli esami di profitto nel primo appello all’università. Per il «Movimento per la dignità della docenza universitaria», promotore dello sciopero è una cifra superiore di oltre 1500 unitià rispetto ai 5.444 che avevano inizialmente proclamato la clamorosa agitazione. «Probabilmente - sostiene Carlo Ferraro, ordinario di Motori termici per trazione al Politecnico di Torino e portavoce del movimento - non tutti gli scioperanti hanno già comunicato a noi e al ministero la propria adesione». La protesta contro quello che è stato definito un «mutuo perpetuo» pari a più di 100 mila euro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.