closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Unioni civili in Grecia, una legge per tutti

Atene. I patti di convivenza estesi alle coppie gay. Tsipras: «Finita l’epoca della barbarie». Greci indipendenti e Nd spaccati. Il Pkk vota no. Crisi di nervi negli ambienti legati alla chiesa ortodossa

I patti di convivenza, per tutti i cittadini greci, sono legge dello stato ellenico. La Voulì, il parlamento di Atene, ha dato luce verde alla legge, con 193 sì, 56 no e 51 astenuti. A favore si sono espressi tutti i parlamentari di Syriza, quelli dell’area progressista e di centro dei socialisti del Pasok, quelli del Fiume e i parlamentari dell’Enosi Kendròon, l’Unione di Centro. Un no secco è invece arrivato dai comunisti ortodossi del Kke - che hanno definito le convivenze gay «una questione privata» - e dai neonazisti di Alba Dorata. I partner di governo di Syriza, i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi