closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Unindustria Torino fa pagare i vaccini ai familiari dei lavoratori

Sanità Privata. La sede territoriale di Confindustria apre il suo centro congressi ma chiede 50 euro per due dosi senza neanche avvertire. Interrogazione del M5s

Una sede di Confindustria

Una sede di Confindustria

A Torino, si sa, Confindustria non se la passa bene. Dopo l’uscita della Fiat - poi Fca, ora Stellantis - gli industriali del luogo con la sigla Unindustria devono arrabattarsi per tirare su qualche soldo, rimpinguare le esangui casse. E allora quale miglior modo di guadagnare con il bene più ricercato del momento: i vaccini. Partita in pompa magna la vaccinazione nelle aziende, Unindustria Torino ha aperto il suo Centro congressi di via Vela «alla somministrazione ai dipendenti delle aziende associate per i loro familiari». È stato subito un successo: migliaia di lavoratori e lavoratrici che hanno portato con loro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.