closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un’imprendibile vivacità così complessa e densa

Movimenti. «L’Italia degli anni Settanta», a cura di Fiammetta Balestracci e Catia Papa

Bologna 1977, foto di Tano D'Amico

Bologna 1977, foto di Tano D'Amico

Se sulla salienza dei «lunghi anni Sessanta» vi è un accordo sostanziale da parte degli studiosi, più complicato è il bilanciamento per gli anni Settanta tra la prospettiva del declino - su cui pesano le due crisi energetiche - e la possibilità di ammettere che nel mutamento sistemico internazionale siano sorti spunti innovativi. Per l’Italia la questione è forse più spinosa: il Paese fa i conti con una scelta atlantica ed europea, con le storture di una modernizzazione che vorrebbe essere omogenea, con la presenza dello Stato clericale e la violenza terroristica. Un volume curato da Fiammetta Balestracci e Catia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi