closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Unhcr e Oim: «Morti 41 migranti in un naufragio davanti alle coste libiche»

La tragedia sabato scorso. Il gommone trasportava 120 persone. Tra i dispersi anche tre bambini e quattro donne, una delle quali incinta. Dall’inizio dell’anno le vittime sono state 160

Il Mediterraneo si conferma sempre più come una fossa comune per i disperati che tentano di attraversarlo per raggiungere l’Europa. Le ultime vittime, 41, sono di sabato scorso e di loro si è saputo solo grazie alle testimonianze raccolte dai funzionari dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) che si trovavano a Porto Empedocle per attendere 77 migranti che si trovavano sul mercantile Von Triton. Tra i sopravvissuti anche il corpo senza vita di una delle vittime del naufragio. «Salvare la vita di rifugiati e migranti alla deriva nel Mediterraneo deve tornare a essere una priorità dell’Unione europea e della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi