closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Ungheria, la Corte costituzionale blocca la “legge schiavitù”: va riscritta

Budapest . I giudici accolgono alcuni punti del ricorso dei sindacati, il provvedimento voluto da Orbán per compiacere le imprese è in parte incostituzionale

Una manifestazione a Budapest del gennaio 2019 contro la “legge schiavitù”

Una manifestazione a Budapest del gennaio 2019 contro la “legge schiavitù”

In Ungheria gli oppositori l’hanno ribattezzata “legge schiavitù”. Era stata concepita per aumentare a 400 ore annuali il tetto degli straordinari consentendo ritardi, anche di tre anni, nei pagamenti. Ora la Corte costituzionale l’ha dichiarata in parte incostituzionale e ha obbligato il governo ad abrogarla entro luglio. Ma ricostruiamo la vicenda: l’esecutivo di Viktor Orbán l’aveva voluta a tutti i costi e la sua approvazione in Parlamento, nel 2018, era avvenuta al termine di una seduta turbolenta: quel giorno i deputati dell’opposizione fecero ostruzionismo in aula mentre migliaia di ungheresi si trovavano in piazza per protestare contro questa disposizione. Le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.