closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Un’altra Cdp è necessaria

Nuova finanza pubblica. Come si è trasformato quello che fino a undici anni fa era un ente di diritto pubblico con il compito di convogliare il risparmio postale dei cittadini

Le ultime due notizie, in ordine di tempo, evidenziano quale sia il nuovo ruolo di Cassa Depositi e Prestiti. La prima riguarda il recente acquisto, da parte di Cdp attraverso il Fondo Strategico Italiano, del 59,3 % di Sia, società milanese leader in infrastrutture e servizi di pagamento elettronici. Quale sia l’interesse economico generale, cui dovrebbero rifarsi gli interventi di Cdp, di tale acquisizione risulta incomprensibile; molto più evidente l’interesso privatistico, avendo Cdp - il cui Presidente, Franco Bassanini, è espressione delle fondazioni bancarie- comprato le quote sinora detenute da Intesa (28,9%), Mps (5,8%) e Bnl (4,5%), regalando alle loro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi