closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Una voce empatica nella città dei drop-out

Narrativa. Marginali, precari usa e getta e la vita di chi resiste. Il nuovo romanzo dello scrittore Francesco Abate

Visione di una città del presente

Visione di una città del presente

Peppino è quello che fa le consegne. Lavora per un ristorante tipico sardo, «Il Nuraghe Blu», che prima era specializzato in cucina pugliese e si chiamava «Il Trullo Nero». Ogni notte attraversa Roma, prendendo autobus e tram per consegnare ai clienti la sua merce, con in mano un bustone con il logo della trattoria. Peppino è praticamente invisibile, sa come vestirsi e come comportarsi per non farsi notare. Eppure non è piccolo e minuto, anzi è sovrappeso e ha una faccia da bambino. E poi parla. Ininterrottamente. Sembra che parli da solo, del resto è un po’ strano, un po’...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.