closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Una verticale meditazione sul tempo e sul linguaggio

Letteratura. «Mela Zeta», un memoir di Ginevra Bompiani per Nottetempo

Mela zeta (Nottetempo, pp. 123, euro 13,50) è il titolo dell’ultimo e bellissimo libro di Ginevra Bompiani. L’allusione è inequivocabile visto che, nella tecnologia Apple, la combinazione dei tasti mela e zeta fornisce la sicurezza di poter annullare le operazioni appena compiute: tornare indietro, un’eventualità che per la condizione umana non è plausibile se non nella contrattazione della memoria. Quando si tratta di ciò che è accaduto, intimamente, non si è in presenza solo di se stessi, davanti a uno schermo in cui il refuso pretende di essere corretto. Quando le cose sono accadute, a mettersi di traverso è la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi