closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Una tazza di cay ad Ararat

Italia. Da oltre un anno sul centro culturale curdo pesa l’ordinanza di sgombero del Comune di Roma. Un reportage fotografico racconta la vita di tutti i giorni, tra accoglienza e identità

Due giovani curdi in abiti tradizionali nel cortile del centro Ararat

Due giovani curdi in abiti tradizionali nel cortile del centro Ararat

Il progetto fotografico. La bellezza può salvare quel che rischia di sparire Il centro socio culturale curdo Ararat nasce a Roma nel 1999, all’interno del complesso in disuso dell’ex mattatoio di Testaccio, rione storico della capitale. Da sempre offre accoglienza e sostegno ai membri del popolo curdo che raggiungono Roma perché costretti ad abbandonare la propria terra a causa delle continue azioni repressive messe in atto nei loro confronti. Il centro rappresenta per i curdi un importante luogo d’aggregazione, dove incontrarsi e continuare a vivere e condividere con chiunque lo desideri le proprie tradizioni, al fine di non disperdere un’identità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.