closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Una signora del cinema arabo a Nazareth

Middle East Now. Il film di Nurit Jacobs-Ynon racconta Saaba Dabour fondatrice della prima cinemateca in Israele

Libera e indomabile come il suo cavallo, che incede sotto la sua guida di amazzone del cinema arabo. Ma anche limitata da un piccolo recinto di ostacoli, malversazioni, dall’ottusità di un tessuto sociale non ancora pronto alla sua intraprendenza visionaria, come quello in cui si ritrova talvolta oppresso l’animale. Sono le sequenze che introducono Saafa Dabour, fondatrice nel 2003 della prima e unica cinemateca in Israele, sorta nell’edificio dove, nel ’62, Frank Sinatra aveva fatto costruire un centro giovanile arabo-ebraico. Una grande sala con poltroncine di velluto azzurro, bobine su bobine, e il fascino della pellicola tra le spirali della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi