closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Una rigogliosa economia della povertà

Usa. New poverty ed elezioni. L'aumento del minimo salariale è il tema simbolo della campagna elettorale, proibito dai repubblicani, caldeggiato dai democratici

Nell’ultimo dibattito presidenziale, martedì scorso, i candidati repubblicani si sono unanimamente dichiarati paladini della middle class, pronti a sostenere la classe media sempre più in declino. Sette anni dopo il collasso finanziario provocato dalla speculazione fraudolenta di banche e Wall street, l’America sotto Obama registra una «ripresa» che a fronte di una disoccupazione scesa dal 12% a quasi il 5% vede la crescita inchiodata sul 2% e soprattuto inesorabilmente «deviata» verso l’alto. Il potere d’acquisto della classe media così decantata dai politici è in caduta libera il benessere è sempre più concentrato nei ceti più abbienti. Persino Jeb Bush ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.