closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Una redazione libera

La notizia. Ieri sono venuti a trovarci Kaba Abdoulaye, Balde Makan, Egharewa Endurance, Osamwonyi Ruben e Konate Kekouta, ragazzi provenienti da alcuni centri Sprar di Roma che stanno frequentando un corso di giornalismo

La visita in redazione

Ieri sono venuti a trovarci Kaba Abdoulaye, Balde Makan, Egharewa Endurance, Osamwonyi Ruben e Konate Kekouta, ragazzi provenienti da alcuni centri Sprar di Roma che stanno frequentando un corso di giornalismo. Oltre a confrontarci su come si fa un giornale e sul’importanza dell’informazione libera e indipendente in una democrazia, è stato inevitabile parlare del caso del giorno.

Perciò i futuri «giornalisti» hanno realizzato una prima pagina speciale per la nave Aquarius. Il titolo? «Calling for help».

Con un appello all’Ue, che dovrebbe contrastare il rifiuto dell’accoglienza dei naufraghi in pare perseguito dal nuovo governo italiano.

Gallery

foto di Marco Cinque e di Luigi Mistrulli.

La loro prima pagina