closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Una precarietà che plasma la vita

Ricerche. "Strategie di conciliazione famiglia-lavoro per i lavoratori atipici"

La precarietà, stando alle retoriche neoliberiste prevalenti e agli sforzi di tutti governi italiani ammaliati dai fari alti della flessibilità e dell’insicurezza sociale, sembrerebbe rappresentare lo status incontestabile della società contemporanea. Superare questa retorica è doveroso. La sociologia può contribuire a denunciare le grandi ipocrisie del neoliberismo. Già Ulrich Beck denunciava l’irruzione della discontinuità, della flessibilità, dell’informalità all’interno dei bastioni occidentali della società della piena occupazione quale variante dello sviluppo capitalista, in costante espansione all’interno delle più mature società del lavoro occidentali. Sono milioni in Europa i lavoratori e le lavoratrici costretti ad una multiattività nomade, ossia a svolgere più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.