closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Una nuova Muraglia di Difesa contro i palestinesi»

Israele/Territori occupati. I ministri della destra radicale e i coloni invocano una operazione militare in Cisgiordania ampia e distruttiva come quella del 2002 per piegare i palestinesi e per impedire che sia preso in considerazione un nuovo ritiro unilaterale di Israele.

Una nuova "Muraglia di Difesa 2". Ad invocare una seconda vasta operazione militare come quella del 2002, all'interno dei centri abitati palestinesi, in particolare nel sud della Cisgiordania, sono i coloni, i ministri della destra più estrema e anche qualche esponente del centrosinistra, in risposta all'intensificarsi degli attacchi individuali compiuti da palestinesi, spesso appena adolescenti. La nuova fiammata dell'Intifada di Gerusalemme registrata in questi ultimi giorni dice che le misure punitive adottate dal governo israeliano non fermano la nuova rivolta palestinese contro l'occupazione. E a poco serviranno, si prevede, gli ulteriori provvedimenti annunciati ieri da Benyamin Netanyahu: saranno negati i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi