closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Torino e Milano, una guerra di carta condotta a colpi di kermesse

EDITORIA. Bocciata la mediazione di Dario Franceschini. Ci saranno due saloni del libro. Respinta al mittente la proposta di un unico appuntamento diviso tra Milano e Torino. Con la crisi che morde il freno

Alicia Martin

Alicia Martin

La dichiarazione è arrivata dopo una riunione breve. A farla, è stato il ministro dei beni culturali Dario Franceschini. Con amarezza ha comunicato ai giornalisti che non è stato trovato un accordo tra la Fondazione del Salone del libro e la Fabbrica del libro per dedicare un unico appuntamento all’editoria, scandito tra Milano e Torino. Franceschini ha parlato di occasione mancata che avrà conseguenze pesanti non solo per l’industria libraria, ma per l’intero sistema-paese. A rinforzare il giudizio negativo, sono arrivate le parole della titolare del ministero dell’Istruzione, Stefania Giannini. Entrambi i ministri hanno puntato il dito contro le troppe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi