closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Una geografia, anzi uno stato d’animo

Narrativa americana. Nel microcosmo di Lauren Groff, mondi carichi di minacce, isole dove natura e soprannaturale si confondono, donne che sfidano l’uragano: «Florida», da Bompiani

Michele Abeles, Not so optimal, 2012

Michele Abeles, Not so optimal, 2012

La poetessa bostoniana Elizabeth Bishop ha definito la Florida «lo stato dal nome più grazioso» nei versi dedicati a quella terra del sud-est statunitense dove visse per alcuni anni. Per lei come per Lauren Groff, il fascino di questa punta estrema degli Stati Uniti sta nella potenza primordiale e infida di flora e fauna, in un ambivalente intreccio di vita e morte che attrae e respinge. C’è infatti ben poco di grazioso negli undici racconti di Florida (traduzione di Tommaso Pincio, Bompiani, pp. 320, € 19,00), il libro con cui Groff torna in libreria dopo il successo internazionale di Fato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi