closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Una delle carovane migranti “punta” Tijuana

Bambine e bambini, donne e uomini di ogni età. Scappano da povertà, violenza e governi corrotti. Non hanno casa. Non hanno lavoro. Non hanno paura di Trump e delle sue minacce. Molti e molte di loro si affidano a dio. Martha, 22 anni e una figlia, dice “siamo solo essere umani, non facciamo del male a nessuno. Sono costretta a migrare, e Trump deve capire che anche io e la mia famiglia dobbiamo avere un futuro, il futuro che povertà, violenza e i governi appoggiati dagli Usa ci hanno negato. Un giorno anche lui dovrà rispondere a dio per quel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi