closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Una battaglia contro i mulini a vento nel teatro delle illusioni

Cannes 71. Dopo diciotto anni di tentativi falliti arriva al Festival «The Man Who Killed Don Quixote» di Terry Gilliam, il film nel film sul cavaliere di Cervantes ambientato ai giorni nostri

Sulla Croisette ci è arrivato nonostante i processi, un ricovero in ospedale (ma c’è pure chi ne dubita, lasciando intendere che l’uomo è capace di tutto ... ), più di vent’anni di riprese, un set tempestoso, disastri finanziari, accuse di avere distrutto una antichissima chiesa portoghese; è stata una vera epopea il nuovo film di Terry Gilliam, The Man Who Killed Don Quixote, quasi come quella a cui si ispira, il Don Chisciotte di Cervantes e le sue lotte contro i mulini a vento, che nell’immaginario collettivo rappresentano battaglie impossibili, spesso destinate a sicuro fallimento. Don Chisciotte c’est moi? Qualcosa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi