closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un viaggio di pace tra gli «oppressi dei bassifondi»

L'Africa di Francesco. Tra guerre civili, povertà e terrorismo islamico

Tra ingenti misure di sicurezza e allerte dell’intelligence che avrebbe preferito che restasse in Vaticano, è iniziato ieri il viaggio di papa Francesco in Africa (dove la chiesa cattolica è in rapida crescita con un aumento dei fedeli previsto per il 2050 di circa mezzo miliardo e dei musulmani a 670 milioni). Ad accoglierlo allo Jomo Kenyatta International Airport di Nairobi c’erano il presidente del Kenya Uhuru Kenyatta, il governatore della capitale Evans Kidero, il cardinale Nju al seguito di vescovi e suore. È la prima volta di Francesco in Africa e a dargli il benvenuto c’erano oltre alle autorità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.