closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un servomaccanismo chiamato umano

Saggi. «Lo schermo, l’Alzheimer, lo zombie» di Stefano Tani per ombre corte edizioni

«Sia l’uomo che la donna sono da sempre abituati a usare i propri arnesi da lavoro afferrandoli da dietro: dalla carriola alla motosega all’aspirapolvere; in genere non si guarda l’attrezzo, per così dire, negli occhi. Come gli uomini e le donne migliaia di anni fa svilupparono sentimenti reciproci quando iniziarono ad accoppiarsi frontalmente, così oggi stanno sviluppando dipendenza se non affetto per i propri strumenti con schermo che devono, quando li usano, necessariamente guardare in quell’occhio chiamato display.” In una discussione con Zygmunt Bauman su Lo schermo, l’Alzheimer, lo zombie: tre metafore del XXI secolo di Stefano Tani (ombre corte),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.