closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un Salone del Mobile fra le ceneri del grattacielo

Design. La kermesse meneghina si presenta come se il cattivo uso di un materiale o il cinismo che governa il lavoro progettuale non la riguardasse, preferendo tirare a lucido gli showroom

Nella piccola metropoli di Milano che rincorre il gigantismo edilizio dopo avere gettato alle ortiche l’urbanistica, anche la riapertura del Salone del Mobile non poteva che essere superlativa. La novità di quest’anno è il «Super Salone» all’insegna della potenza industrial-creativa che mai si è fermata, neppure nelle fasi più critiche della crisi sanitaria. SEPPELLITI GLI INFAUSTI episodi di cronaca dei giorni prima dell’apertura dell’evento, quelli di una torre ridotta a un cerino bruciato e l’immorale richiesta economica dei titolari di un affermato studio fatta ai propri collaboratori (anch’esso «super» nominatosi Piuarch), la kermesse meneghina si presenta come se il cattivo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.