closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un rapporto oscuro

Mostre. «Bologna dopo Morandi 1945- 2015», in corso a Palazzo Fava, nella città emiliana: una esposizione che, in realtà, mette in evidenza come tra artista e luogo natale non ci siano state molte relazioni

Avendo visitato la mostra Bologna dopo Morandi 1945- 2015 in corso a Palazzo Fava, a Bologna, risulta lampante che tra l’artista e la città non ci sia stato, né c’è alcun rapporto sensibile profondo. Il titolo che recita «dopo Morandi» con la data 1945 può ingannare: in realtà, il «dopo Morandi» iniziò nel 1964, quando molti credettero che il Morandi morto fosse Gianni, cantante assai più popolare e simpatico, e fu vera, ignorante commozione. Giorgio, l’artista era piuttosto schivo e ingeneroso. I giovani che gli si affidarono non ebbero da lui che poco; nessuno lo ricorda prodigo, ma chiuso in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi