closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Terrore a Parigi, un poliziotto aggredito a Notre Dame

Francia . L'assalitore, un algerino di 40 anni, si è dichiarato soldato del califfato: «È per la Siria». Ha attaccato un agente con un martello, un collega ha sparato, ferendolo. Scene di confusione tra i numerosi turisti, 900 chiusi per più di due ore nella cattedrale. Aperta un'inchiesta per terrorismo

Polizia schierata all’esterno di Notre Dame

Polizia schierata all’esterno di Notre Dame

Un uomo armato di martello, verso le 16,20, ha aggredito ieri un poliziotto, che era di pattuglia con altri due colleghi sulla spianata di fronte a Notre Dame, urlando: «È per la Siria», rivendicando di essere un soldato del califfato, dell’Isis. UN ALTRO AGENTE ha reagito immediatamente, sparando. Le testimonianze, concordanti, parlano di due spari. L’uomo, che portava altre armi bianche, tra cui dei coltelli da cucina, è rimasto ferito al torace ed è ricoverato in ospedale con emergenza assoluta. Aveva anche un computer in una borsa. Il poliziotto è stato leggermente ferito alla testa, colpito da dietro dall’assalitore. Molti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.