closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Un po’ di tutele in più ma subito arriva la minaccia voucher

Decreto dignità. Di Maio e Conte difendono i nuovi contratti. Sinistra e sindacati: si deve fare di più. Centinaio (Lega) chiede di reintrodurre i ticket. Pd, Confindustria e Forza Italia contrari alla misura varata dal governo. I dem difendono il Jobs Act

Il ministro del Lavoro Di Maio e il premier Giuseppe Conte ieri a Palazzo Chigi

Il ministro del Lavoro Di Maio e il premier Giuseppe Conte ieri a Palazzo Chigi

Il «decreto dignità» non piace al Pd, a Forza Italia, alle imprese - da Confindustria agli artigiani - ma è stato accolto con interesse dai sindacati e dalla sinistra. Anche se sicuramente si può fare di più, e soprattutto si devono respingere le minacce incombenti - spinte specialmente dalla Lega - come la reintroduzione dei voucher e lo smantellamento della legge 199 contro il caporalato. Il decreto è stato illustrato ieri pomeriggio in conferenza stampa dal ministro del Lavoro e dello Sviluppo Luigi Di Maio, dal premier Conte e dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Giancarlo Giorgetti. DI MAIO HA...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.