closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Un po’ di cautela sulla libertà della donna

Maternità surrogata. Denunciare l’abuso rispettare la scelta

Incinta

Incinta

Secondo un vecchio adagio liberale la libertà di ognuno finisce dove comincia quella degli altri, ovvero il limite della libertà personale è fissato là dove si reca danno ad altri. Questa definizione puramente negativa, incentrata su un’idea individualistica dell’umano, incapace di contenere la complessità dell’esperienza, è stata criticata dal femminismo in nome di una visione più ricca della libertà; tuttavia, di fronte all’appello contro l’utero in affitto lanciato da "Se Non Ora Quando – Libere", si può tornare a quell’antico principio. Ci si può tornare per quel che ha in sé di valido, e chiedere: dov’è il danno della maternità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi