closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Un passo avanti e due indietro sulla via del governo

Consultazioni. L’esploratore Fico: «Dialogo avviato, il mio mandato finisce». Ma tra paletti e diffidenze, il confronto M5S-Pd non decolla. Marcucci: «Con la logica del fatto compiuto non si va da nessuna parte». Di Maio: «Non ci si può chiedere di rinunciare alle nostre battaglie»

Il presidente della camera Roberto Fico al Quirinale

Il presidente della camera Roberto Fico al Quirinale

Missione compiuta ma solo a parole. L’incarico esplorativo di Roberto Fico è terminato senza proroghe. «Il mandato ha avuto esito positivo. Il dialogo tra Movimento 5 Stelle e Pd è avviato», spiega il presidente della Camera dopo un brevissimo colloquio col capo dello Stato. La reazione immediata del capo dei senatori Pd Andrea Marcucci, renziano di stretta osservanza, rivela subito che tanto ottimismo è nelle migliore delle ipotesi prematuro: «Con la logica del fatto compiuto non si va da nessuna parte. La Direzione del Pd dovrà decidere se aprire o meno il confronto». IL PASSAGGIO sulla semplice apertura di dialogo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi