closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un nuovo umanesimo in Laguna

Biennale. «Viva arte viva»: l'esclamazione della 47/ma Mostra internazionale a Venezia, a cura della francese Christine Macel

Christine Macel

Christine Macel

Centoventi artisti da cinquantuno paesi di cui centotré presenti per la prima volta in Laguna. Sono i numeri della 47/ma Esposizione d’arte internazionale di Venezia, curata da Christine Macel e che va sotto il titolo Viva Arte Viva (apertura al pubblico dal 13 maggio). Tra gli invitati all’abbuffata visiva troviamo il francoalgerino Kader Attia, il londinese Cerith Wyn Evans, lo scultore e performer nigeriano Atiku Jelili, il danese-islandese Olafur Eliasson, ma anche il brasiliano Ernesto Neto, il giapponese Shimabuku, un omaggio a Maria Lai, l’italiano (ma vive a Londra) Salvatore Arancio, l’indiana Rina Banerjee, la messicana Cynthia Gutiérrez. AI GIARDINI, fra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.