closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un nuovo stupro riaccende l’India

MASCHILISMO. L’ennesimo caso di violenza contro una studentessa alla periferia di Mumbai

Mumbai, protesta contro gli stupri

Mumbai, protesta contro gli stupri

L’incubo degli stupri in India non è tornato: c’è sempre stato, nascosto dall’ipocrisia di un’informazione e di una sensibilità popolare reattiva solo quando la tradizione machista indiana si manifesta sotto i riflettori delle grandi metropoli. A quasi nove mesi dalla morte di Jyoti Singh Pandey, la studentessa di 23 anni violentata da sei uomini su un autobus a Nuova Delhi, venerdì mattina un nuovo stupro di gruppo ha rilanciato il tema della violenza di genere. La sera prima, una fotogiornalista di 22 anni stava lavorando assieme a un collega nel complesso di Shakti Mills, a Mumbai, ex area industriale abbandonata al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.