closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Un nuovo inizio per ritrovare un orizzonte di senso

Sinistra. L’instabilità sociopolitica e il deterioramento dei quadri di riferimento disegnano l’orizzonte di una criticità i cui effetti sono sotto gli occhi di tutti, ma raramente vengono letti nei loro nessi

Un'opera di Luciano Fabro

Un'opera di Luciano Fabro

«Di che scrivo? Si parla solo di Covid. La politica è morta». Comincio da questa desolata constatazione di Emanuele Macaluso. La riferiva Peppe Provenzano nella partecipata memoria al funerale nel giorno in cui ricorreva altresì il centenario della nascita del partito comunista. Da tempo il Pci è diventato altra cosa e da altrettanto tempo Macaluso aveva scelto di condurre la lotta in prima persona sul terreno della cultura politica, sentendo forte il dovere di «far vivere le idee sulla giustizia sociale quanto più la realtà della politica e della sinistra gli sembrava pessima» (Provenzano). Non cadde perciò nell’errore del dopo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi