closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un kamikaze salta in aria tra i mullah contro la guerra

Afghanistan. Strage a Kabul, 14 vittime tra morti e feriti. I clerici avevano appena emesso una fatwa di condanna delle azioni dei Talebani che negano un loro coinvolgimento

Un gruppo di talebani

Un gruppo di talebani

«Usare gli esseri umani, le più nobili tra le creature, come uno strumento di guerra vuol dire mancare di rispetto all’umanità». Recita così la dichiarazione finale di 26 pagine redatta ieri a Kabul al termine di un incontro di circa 3mila clerici riuniti dal governo. I religiosi hanno condannato la guerra e in particolare gli attentati suicidi, finendo però per restarne vittime. Poco dopo la lettura della dichiarazione, un attentatore suicida si è fatto saltare in aria non lontano dal luogo dell’incontro, nei pressi del Politecnico di Kabul, proprio mentre mullah, mawlawi e studiosi di diritto islamico lasciavano l’assemblea. Quattordici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.