closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un governo sotto il segno della discontinuità per il Montenegro

Krivokapic ottiene la fiducia e subito rassicura Europa e Nato. Al via  tra le critiche l’era post Djukanovic. Ombre «ortodosse» nell’esecutivo

Zdravko Krivokapic ieri in parlamento

Zdravko Krivokapic ieri in parlamento

Nasce sotto il segno della discontinuità il governo montenegrino guidato da Zdravko Krivokapic, il primo dell’era post Djukanovic. Con 41 voti su 81 il Parlamento ha votato ieri la fiducia al nuovo esecutivo a conclusione di un dibattito protrattosi per tre giorni. Lo scorso agosto si erano tenute le elezioni che hanno sancito la sconfitta storica dei socialdemocratici (Dps) di Milo Djukanovic al potere da quasi trent’anni. Il governo è sostenuto da una coalizione eterogenea di partiti il cui perno è la lista «Per l’avvenire del Montenegro» che riunisce diversi partiti filo-serbi di cui il principale è il Fronte democratico....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi