closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Un Giro nervoso e senza egemonia certa

La tappa d’oggi, da Pizzo a Praia a Mare, costeggia tutta la Calabria, liscia come un panno da biliardo. Calma e gesso, quindi. La strada concede gloria ai fuggitivi di giornata, Ballerini, Belkov e Aramburu, permette alle squadre dei velocisti di apparecchiare la volata e al gruppo tutto di godersi i gelsomini in fiore e il mare, che da domani in là è bandito dal percorso. E consente, dopo tre giorni su e giù per l’ottovolante siciliano, di fare un po’ le pulci a chi questo Giro vuole vincerlo. Si va più che altro a sensazioni. Ancora è presto per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi