closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Un giornale che si può definire unico

Giuliano Pisapia

Uno sguardo di sinistra sulla politica, sulla cultura, sul lavoro troppo spesso dimenticato.

Il manifesto è questo e mille altre cose: uno specchio sul mondo che ci circonda, uno specchio critico e ironico allo stesso tempo, come dimostrano le prime pagine del giornale. Uno specchio originale, mai banale o prevedibile. Per questo il manifesto è un giornale che si può definire unico.

Sostenere il manifesto, la sua avventura che dura ormai da decenni malgrado le mille difficoltà, è un piacere e un dovere al tempo stesso. È bello poter aiutare un giornale che stimola la nostra curiosità e soddisfa la nostra sete di sapere e di essere informati. Un’informazione sempre approfondita e mai lasciata al caso, mai superficiale. Un lavoro che semina, in chi lo legge, anche in chi non ne condivide il contenuto, i germogli della riflessione.

Abbiamo bisogno di una informazione plurale, variegata. Abbiamo bisogno che l’esperienza de il manifesto non si esaurisca, che la sua voce, le sue opinioni non smettano di circolare, di alimentare discussioni e dibattiti sempre stimolanti. Abbonarsi al manifesto è un piccolo e grande gesto insieme.

Se saremo in tanti a sostenere il giornale, potremo ancora sfogliare le pagine di un quotidiano libero.