closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Un giocoso melodramma per «l’esordiente» Rossini

Opera. Al Rossini Opera Festival di Pesaro va in scena«La pietra del paragone»

Dopo Le Siège de Corinte, al Rossini Opera Festival di Pesaro è la volta del melodramma giocoso La pietra del paragone. L'allestimento riprende quello proposto nel 2002 da Pier Luigi Pizzi al vecchio Palafestival e lo adatta al più ampio spazio scenico dell'Adriatic Arena. Assieme alle scene è stata revisionata anche l’edizione critica della partitura, predisposta quindici anni fa da Patricia B. Brauner e Anders Wiklund per la Fondazione Rossini: l'intervento principale riguarda l'orchestrazione, limitata agli strumenti indicati da Rossini nell'autografo Ricordi e depurata dalle aggiunte degli «spartitini» apocrifi. Come per Le Siège, anche per La pietra il pubblico pesarese...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.