closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un gelato amaro per Israele, Bibi e Bennett furiosi

Dopo Netanyahu, anche l’attuale primo ministro israeliano Naftali Bennett reagisce minacciando «gravi conseguenze» dopo la decisione della Unilever - marchio britannico fondato da due ebrei, Ben Cohen e Jerry Greenfiled - di sospendere la vendita dei gelati Ben&Jerry in Cisgiordania, in quanto «territorio occupato». Non farlo sarebbe stato «incoerente con i nostri valori», aveva comunicato l’azienda lunedì: «Utilizziamo le nostra attività commerciali per fare un mondo migliore». Immediata la reazione su Facebook dell'ex premier Netanyahu. «Ora sappiamo bene quale gelato non acquistare», ha scritto, aggiungendo al messaggio una bandiera israeliana e un braccio muscoloso. Bennett promette che Israele agirà «aggressivamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.