closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un freno alla possibilità di spiare i giornalisti scomodi dopo l’era Trump

Usa. Intanto continua il cyber-scontro con la Cina

L’

L’"attorney general" Merrick Garland

Il Dipartimento di Giustizia Usa ha annunciato di aver presentato delle accuse verso 4 cittadini cinesi per la campagna di hacking mondiale che ha coinvolto dozzine di aziende, università e governi, in 12 Paesi, inclusi gli Stati uniti, tra il 2009 e il 2018. Gli hacker avrebbero usato lo spear phishing, una truffa tramite comunicazioni elettroniche o e-mail indirizzata a una persona, un'organizzazione o un'azienda specifica che ha spesso l'obiettivo di sottrarre dati, installare malware, e che in questo caso ha avuto come target i dipartimenti di ricerca sulle malattie infettive, tra cui Ebola, Mers e Hiv/Aids. L'accusa era stata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.