closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un Dna da copia e incolla

Mondi biotech. Una rivoluzione chiamata Crispr-Cas9, ossia come modificare con facilità e a basso costo il codice genetico, saltando le leggi di Mendel. Il sogno? Sconfiggere malattie ereditarie e accaparrarsi l’esclusiva. Così gli scienziati da accademici diventano imprenditori

La prossima rivoluzione biotecnologica ha un nome difficile da pronunciare: Crispr-Cas9. Dietro la sigla si cela una tecnica in grado di modificare il codice genetico con efficacia, precisione e facilità d’uso finora mai raggiunti. Le potenzialità aperte dalla tecnica Crispr-Cas9 sono enormi ma sollevano questioni bioetiche altrettanto grandi. Diversi scienziati, tra cui la stessa scopritrice, hanno chiesto di fermare le sperimentazioni cliniche sugli embrioni umani, in attesa di avere maggiori informazioni sui rischi connessi a questo ennesimo salto in avanti delle biotecnologie. Non tutti però condividono questa preoccupazione. La maggior parte dei protagonisti di questa vicenda scientifica sono piuttosto impegnati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi