closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un curdo siriano si dà fuoco fuori dall’Unhcr

Svizzera. Ali Wazir di 31 anni di Hasakeh, rifugiato in Germania da quattro anni, si è autoimmolato di fronte al quartier generale dell'Alto commissariato Onu per i rifugiati. Ha ustioni sull'80% del corpo

Si chiama Ali Wazir e ha 31 anni. Viene da Hasakeh, una delle principali città del Rojava, in questi giorni al collasso per l’arrivo di decine di migliaia di sfollati dalle comunità al confine colpite dall’operazione militare turca. Ha due figli, uno dei sei e uno di due anni. Alle 5.30 di ieri mattina ha lasciato la casa del fratello a Ginevra, ha raggiunto la piazza di fronte alla sede dell’Unhcr, l’Alto commissariato per i rifugiati dell’Onu, e alle 7.40 si è dato fuoco. È la ricostruzione dell’autoimmolazione di un rifugiato curdo-siriano riportata dall’agenzia curda Anf. Non ha lasciato messaggi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.